Sono tante le novità previste dalla Legge di Stabilità che entra in vigore domani, lunedì 3 novembre, e in tema di automobili i cambiamenti sono davvero tanti; come ormai noto vi sarà l’obbligo di aggiornamento del libretto di circolazione per tutti coloro che utilizzano autoveicoli non intestati a loro stessi per oltre 30 giorni ed inoltre la nuova legge prevede una novità del tutto singolare in merito alla gestione della revisione auto. Come ben sappiamo fino ad oggi la revisione auto è obbligatoria per le nuove auto dopo i 4 anni e dopodichè va ripetuta ogni 2 anni, in ogni caso tutte le forme di controllo sull’avvenuto controllo obbligatorio sono demandate alle forze di polizia, ovvero, soltanto le forze di polizia possono multare coloro che non hanno eseguito la revisione nei termini previsti. Da domani 3 novembre le regole cambiano, infatti, nel caso in cui non si provveda per tempo ad eseguire la revisione con relativo pagamento dei bollettini postali, sarà direttamente la motorizzazione competente a notificare, mediante posta raccomandata al proprietario dell’auto\moto, una multa di € 500,00 e a sancire il blocco amministrativo del veicolo.

In definitiva quindi non sono più ammessi ritardi per adempiere al controllo di revisione che dovrà appunto essere necessariamente eseguito prima della scadenza in modo tale da poter essere in regola ed evitare salatissime multe

Altra novità contenuta nella nuova Legge di Stabilità 2015 riguarda poi la cancellazione dell’esenzione dal pagamento del bollo auto per le vetture d’epoca. Viene meno, dunque, un’agevolazione di cui potevano godere molti automobilisti italiani.

Per usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo, bastavano 20 anni di anzianità per una vettura, che veniva considerata d’epoca, mentre ora il tempo si allunga fino a 30 anni.  Prevista però l’esenzione del pagamento per l’acquisto di nuove automobili, per tre anni, che diventano cinque se si tratta di vetture a basse emissioni inquinanti.

E’ importante che tali informazioni siano rese a disposizione di tutti poichè la legge entra immediatamente in vigore già dal 3 novembre e le prime notifiche della motorizzazione sono previste dal prossimo dicembre.