Ostia:Ben 3km di spiaggia estirpato agli italiani,controllato da finanzieri per non farvi accedere”normali”bagnanti,ma solo politici e familiari.

Questa è la scoperta fatta tramite un vero e proprio scoop di ilfattoquotidiano.it

Ci troviamo sulla spiaggia di Castelporziano a Ostia e due normali bagnanti(inviati de fattoquotidiano) provano ad entrare in spiaggia,quando vengono bloccati da un finanziere :”Lei sta entrando in una zona della presidenza della Repubblica, l’accesso è vietato tranne a dipendenti del Colle e ai loro familiari”.Infatti suo compito e di tutti gli altri impiegati nel litorale è quello di fare la guardia a tre chilometri di spiaggia e impedire agli ignari bagnanti di mettere piede su quello che è territorio esclusivo della presidenza della repubblica.Infatti l’ingresso, ma anche il semplice passaggio sono interdetti a tutti quelli che non lavorano per il Quirinale e ai loro familiari,nessuno oltre che loro può transitare sulla spiaggia,sul bangnasciuga e addirittura in mare a meno di 300 metri dalla costa,come se l’italiano avesse la “rogna” o addirittura l’ebola….

Eppure esiste una normativa, affermata dall’articolo 11 della legge 217 del 2011, spiega che resta sempre fermo – anche in caso di concessioni – “il diritto libero e gratuito di accesso e di fruizione della battigia, anche ai fini di balneazione”.Quindi violano addirittura la legge non facendovi nemmeno transitare persone “normali”,e non solo,se qualche bagnante insiste,scatta la diffida e la denuncia…..Solo in Italia… D’altronde è inutile lamentarsi,glie li abbiamo dati noi questi privilegi,o per meglio dire,abbiamo scelto chi non vuole assolutamente toglierseli….


Tratto da: http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/08/12/ostia-tre-chilometri-di-spiaggia-off-limits-e-in-esclusiva-per-i-dipendenti-del-quirinale/292378/